in ricordo di Elvira

2 Marzo 2019 0 Di Feliciano Banotti

IN RICORDO DI ELVIRA

Feliciano, Loredana, ricordano che Elvira è deceduta il 2 Marzo 2014.
Sono passati 5 anni ma Elvira è ancora presente attraverso le sue opere.
Elvira ha lasciato manoscritti, dattiloscritti, computerscritti, saggi sulla demografia, saggi sul femminismo, saggi sulla storia del femminismo, saggi ed articoli sulla politica e comportamenti della società.
Elvira ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche da l1969 agli anni 2000.

ELVIRA AD ADDIS ABEBA ANNO 1962

Avendo un atteggiamento CONTRO IL PARTITO COMUNISTA ITALIANO, i cui dirigenti tenevano in secondo piano le donne del partito (Elvira le chiamava le schiave) è stata combattuta sia dalla stampa di sinistra che dai partiti ( PCI , partito radicale, PD, ecc) .
Elvira è presente non solo attraverso le centinaia dei suoi documenti molti dei quali non ancora pubblicati che dimostrano ancor oggi quanto sia maiimportante la promulgazione di leggi a tutela delle donne e dei minori.
Elvira ha sempre caldeggiato una legge che evitasse la denuncia della parte offesa in caso di stupro o stalking subito da donne obbligando l’intervento d’ufficio da parte della procura della repubblica della città di competenza.
La mancanza di volontà del potere politico e giudiziario non è stato capito dalle donne femmniste ????? che continuano solo a lamentarsi per speculare e per chiedere soldi per le associazioni proprie.
Elvira è stata una precursore dei termini dirompenti e scioccanti :
– la sfida femminile ( il libro di sociologia ( anno 1969)
– rivolta femminile ( gruppo femminista ( anno 1972)
– la città sessuale ( gruppo candidato alle elezioni comunali anno 1991)
– la città eterosessuale ( anno 2000)
Oggi posso affermare ( lo dicono amiche storiche Marina, Armida, Loredana) che Elvira ha lanciato e lasciato tante idee sulla donna e il femminismo ma purtroppo le giovani donne non hanno potuto o voluto continuare le battaglie a difesa delle donne e per la diffusione seria di un femminismo serio e pulito e non becero.
Oggi donne senza nulla e bagaglio storico vogliono parlare di femminismo e di valori sulla difesa delle donne.
Queste donne oltre che far recedere i valori del femminismo hanno purtroppo scelto di scimmiottare gli uomini e i giornalisti di potere.
Spero tanto che qualche donna libera da vincoli politici sia capace di portare avanti nuove idee sul femminismo .
Auguri a questa o queste donne a nome di Elvira che la immagino divertita e Interessata.
Feliciano Banotti